top of page

Vito Giorgio Zuccaro "Perchè la teoria dei cerchi concentrici nasce in Sicilia"

Qualche anno fa mi fu donata dall'autore una sua pubblicazione che mi incuriosì molto per via dell'insolito tema trattato.

L'autore è il nostro concittadino Vito Giorgio Zuccaro, che per tanti anni è stato uno dei componenti del corpo di polizia municipale di Piana degli Albanesi e che oggi si gode il meritato riposo.

Il titolo mi colpì subito: "perchè la teoria dei cerchi concentrici nasce in Sicilia". Mi incuriosì ancora di più quello che l'autore mi raccontò, sulle sue teorie esposte nel volume, mentre lo firmava su mia richiesta.

In quel libretto Vito Giorgio Zuccaro ci ha messo tutta la sua passione e tutte le sue ricerche da appassionato e non da studioso, sull'esoterismo ed i rapporti matematici che esistono in natura.

La lettura è stata davvero tutta di un fiato, appassionante ed interessante nonostante mi trovassi davanti a temi per me insoliti.

Oggi cercando un volume nella mia libreria lo ho ritrovato ed ho deciso di pubblicarne l'introduzione, sperando così di incuriosire chi ha passione per questi temi e volesse leggerlo per intero. In tal caso potete contattarci su info@visitpiana.com.

Buona lettura


Salvatore Vasotti





PERCHE' LA TEORIA DEI CERCHI CONCENTRICI NASCE IN SICILIA

INTRODUZIONE di Vito Giorgio Zuccaro


Questo non è un solito racconto ma qualcosa di nuovo, anzi d'antico, che va oltre gli orizzonti terrestri e che rimette in discussione il nostro passato, coloro che ci hanno preceduto e che hanno cercato di ereditarci il loro pensiero universale. Il mediterraneo è disseminato, come tutti sappiamo, da innumerevoli siti archeologici sparsi ovunque. La mia ricerca nata casualmente, mi ha portato a evidenziare e ad approfondire nello stesso tempo, un comune denominatore di tali reperti storici, vagamente insolito alla luce della loro posizione geografica e geometrica: i cerchi concentrici. Ho voluto quindi fortemente manifestare questa presunta mia innovativa, inedita e assoluta scoperta scientifica e culturale, definendola nello stesso tempo una rivoluzione copernicana. Ho verificato quindi che innumerevoli se non tutti i siti archeologici a forma di cerchi concentrici euro mediterranei insieme a isole, vulcani e sottomarini siciliani sono collocati magnificamente a sua volta a cerchi concentrici con un punto naturale di riferimento detto centro o origine: Megaliti, Dolmen, Menhir, Cattedrali, Città Francigene, Labirinti, Teatri Antichi, Monumenti Egizi e quant'altro. Nello stesso tempo rafforzo questa teoria inserendo intuitivamente in questi cerchi concentrici sempre in rapporto di grandezza, lo schizzo vitruviano di "Leonardo da Vinci", scoprendo inoltre allineamenti e geometrie sacre apparentemente inspiegabili alla nostra ragione e consapevolezza. Oltre a ipotizzare di aver intuitivamente svelato il codice segreto e criptato del disegno vitruviano, ipotizzo quindi un nesso fra la posizione geografica e geometrica di tali testimonianze storiche, con la teoria dei cerchi concentrici nell'Universo e quella della tettonica delle placche: Deducendo quindi che gli antichi popoli già da allora, erano a conoscenza di questo principio universale. Lo emulavano con le loro opere a cerchi concentrici, come la mitica Atlantide, ipoteticamente esistita secondo recenti studiosi proprio qui al centro del mediterraneo, dove curiosamente origina anche la mia ricerca e teoria dei cerchi concentrici. Aggiungo supponendo che nessuna

fonte attendibile abbia saputo dare fin ora, una spiegazione esauriente alle antiche costruzioni megalitiche, buona parte a circoli e a cerchi concentrici, se non solamente quella azzardata dal sottoscritto. La mia teoria nasce fatalmente da una strana (coincidenza) che ha dell'assurdo, trascinandomi inevitabilmente come un vortice ad approfondire i temi affrontati. Ho notato da una montagna sopra il mio paese Piana degli Albanesi in provincia di Palermo, che in giornate particolarmente nitide si vedono a occhio nudo quasi se non tutte le isole attorno alla nostra, comprese i tre vertici e il vulcano Etna. A tutto ciò, a mio avviso, vi è una spiegazione molto chiara e semplice: Mi trovo proprio sopra il fulcro e il baricentro geografico, geometrico e storico culturale della Sicilia europea comprese le sue isole, i suoi vulcani, sottomarini e altro ancora. Infatti, la cosa più affascinante e intrigante è che non solo tutti questi siti naturali mi ruotano immaginariamente a cerchi concentrici ma automaticamente s'inseriscono a ruota libera altri innumerevoli cerchi concentrici, con siti archeologici a livello insulare, per poi estendersi a quello globale, interessando anche l'area dell'Anello di Fuoco nel Pacifico: il tanto chiacchierato famoso sasso lanciato nello stagno."Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti". Eraclito.


Vito Giorgio Zuccaro




Commenti


NOTE LEGALI

Questo sito ed il relativo blog non rappresentano una testata giornalistica in quanto vengono aggiornati senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Il sito visitpiana.com ha lo scopo di promuovere il patrimonio culturale e territoriale di Piana degli Albanesi. Molte immagini pubblicate, che non rientrano tra quelle di nostra proprietà provengono dal patrimonio condiviso in rete degli appassionati della Sicilia. Questo sito web non ha alcun fine di lucro, chi ravvisasse una possibile violazione di diritti d'autore può segnalarlo qui e provvederemo alla tempestiva rimozione del contenuto specifico.

bottom of page