Scopri Piana degli Albanesi. La Cattedrale di San Demetrio Megalomartire

Aggiornato il: mar 4


Cattedrale_san_demetrio
Cattedrale di San Demetrio - Esterni

Vi si accede mediante una scalinata di stile tardo barocco. La facciata riporta due mosaici di scuola monrealese del 1960 raffiguranti Cristo in trono affiancato dalle figure di S. Giorgio e S. Demetrio. L’edificio è a tre navate, separate da due file di sette colonne di marmo. Un’imponente iconostasi lignea ricopre le tre absidi. L’abside principale, inizialmente rivolta verso oriente secondo il canone bizantino, nella ricostruzione del ‘500, fu ricollocata verso occidente. Tra il 1641 e il 1644 Pietro Novelli vi eseguì gli affreschi delle absidi. In quella centrale è rappresentata l’Esaltazione della Trinità, in quella destra Cristo che ascende al cielo. Nella navata sinistra si trova un grande dipinto ad olio su tela (D’Antoni A., 1845) raffigurante S. Nicola che dona i suoi beni ai poveri. L’opera più antica di maggior rilievo artistico è l’Icona di Cristo con Maria di scuola senese del 1500, l’unica dipinta con tempera all’uovo. Sulla parete destra, rispetto all’entrata principale, si trova il sepolcro di Padre G. Guzzetta, uomo fra i più illustri di Piana. In seguito a nuovi restauri (1960) il coro venne trasformato e allargato e la volta a botte della navata centrale sostituita con un tetto a cassettoni con decorazioni in oro. Evidenti sono nella chiesa i segni di due stili: uno occidentale, rappresentato dagli affreschi del Novelli e dai vari dipinti su tela; l’altro orientale, attestato dall’iconostasi e dalle icone collocate nelle navate laterali. Recentemente la cattedrale è stata impreziosita con nuovi affreschi.



Cattedrale_san_demetrio
Cattedrale di San Demetrio - Interni Foto di Alessandro Ferrantelli

Cattedrale_san_demetrio
Cattedrale di San Demetrio - Interni ante 1960 ©️ diritti riservati

©️ Pianadeglialbanesi.info

Tutti i diritti sono riservati ed è impedita ogni riproduzione anche parziale senza formale autorizzazione.

NOTE LEGALI

Questo sito ed il relativo blog non rappresentano una testata giornalistica in quanto vengono aggiornati senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Il sito visitpiana.com ha lo scopo di promuovere il patrimonio culturale e territoriale di Piana degli Albanesi. Molte immagini pubblicate, che non rientrano tra quelle di nostra proprietà provengono dal patrimonio condiviso in rete degli appassionati della Sicilia. Questo sito web non ha alcun fine di lucro, chi ravvisasse una possibile violazione di diritti d'autore può segnalarlo qui e provvederemo alla tempestiva rimozione del contenuto specifico.