top of page

Portella della Ginestra: Il Memoriale di Ettore De Conciliis



Il Memoriale di Portella della Ginestra ogni anno viene visitato da centinaia di scolaresche che provengono da diverse regioni Italiane. Migliaia di ragazzi visitano questo luogo della memoria ed ancora per loro fortuna possono ascoltare le testimonianze dei sopravvissuti alla strage del 1° maggio 1947.

Ancora oggi la strage di Portella della Ginestra è vergognosamente coperta dal Segreto di Stato, tuttavia molti solo gli storici come il nostro Francesco Petrotta, che continuano a ricercare la verità dei fatti andando oltre le versioni ufficiali agli atti.

Lascio dunque agli storici il compito di scrivere sulla strage ma da appassionato di arte, desidero invece condividere con voi qualche mia riflessione sul Memoriale di Portella della Ginestra che oltre ad essere un luogo della memoria è anche uno strepitoso esempio di Land Art.





Il Memoriale è stato realizzato nel 1979-80 su progetto dell'artista Ettore de Conciliis che già si era espresso in modo brillante su altre installazioni di Land Art. Certo è che Portella della Ginestra non era un luogo comune ma un luogo della memoria in cui si era consumata una sanguinosa e cruenta strage.

Il Memoriale di Portella della Ginestra mi ha sempre affascinato anche dal punto di vista monumentale. Ricordo che da giovanissimo cercavo di chiedere a qualcuno di spiegarmi la simbologia di quel memoriale in quel luogo sacro ma ricevevo spesso risposte che denotavano solo la totale non conoscenza di quanto invece io desideravo conoscere. Le uniche e comuni risposte che mi venivano date erano sempre le stesse. Che l'artista forse era di sinistra, che se si guardava il Memoriale dall'alto si vedeva riprodotta la falce ed il martello e che c'era il sasso di Barbato. Risposte che sebbene così giovane percepivo come limitate e limitanti e che continuavano però a stimolare la mia curiosità e la mia ricerca.




Nel 2001 mi imbattei per caso in un testo che fu la più esauriente e piacevole risposta alle mie tante domande. Questo volume si presentava con una copertina che riproduceva un tramonto che avevo visto già tante volte e che era tinto di un rosso fuoco pieno di energia, riportava il titolo "Portella della Ginestra" e subito sotto "Ettore De Conciliis", avevo trovato le mie risposte.

Ricordo di avere letto e riletto con grande interesse il volume perché finalmente mi veniva offerta la possibilità di scoprire il Memoriale di Portella della Ginestra grazie alla privilegiata guida di chi lo aveva ideato, progettato e realizzato. Senza filtri, senza interpretazioni improvvisate.

Inoltre il volume è ricco di foto straordinarie in bianco e nero realizzare da Aurelio Amendola che rendono ancora più immersiva l'esperienza di lettura.

Per chi come me volesse scoprire di più sul Memoriale di Portella della Ginestra questo volume è imperdibile ed inoltre è un volume oramai raro e difficile da reperire.

Il numero delle copie in nostro possesso è davvero limitato e le richieste sono già tante.

Abbiamo il piacere di offrirvi anche il coupon VISITPIANA10, da inserire nel check out, che vi darà diritto ad uno sconto pari al 10%. Cliccate il riquadro sotto per acquistare il volume.

Buona lettura


Salvatore Vasotti

@visitpiana.com





Comments


NOTE LEGALI

Questo sito ed il relativo blog non rappresentano una testata giornalistica in quanto vengono aggiornati senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Il sito visitpiana.com ha lo scopo di promuovere il patrimonio culturale e territoriale di Piana degli Albanesi. Molte immagini pubblicate, che non rientrano tra quelle di nostra proprietà provengono dal patrimonio condiviso in rete degli appassionati della Sicilia. Questo sito web non ha alcun fine di lucro, chi ravvisasse una possibile violazione di diritti d'autore può segnalarlo qui e provvederemo alla tempestiva rimozione del contenuto specifico.

bottom of page