top of page

I Canti Sacri delle colonie Albanesi di Sicilia di Giuseppe Schirò



Il volume di Giuseppe Schirò Canti Sacri delle colonie Albanesi di Sicilia, fu pubblicato nel 1907 e stampato in Napoli presso La Tipografia Editrice Bideri.

Questo volume rappresentò fin dall'inizio uno dei più significativi risultati editoriali e scientifici relativi all'immenso patrimonio costituito dalla letteratura siculo-albanese intimamente legata alla religione.

Lo scopo dello studioso fu quello di scongiurare la perdita di questo ricchissimo patrimonio costituito dai canti sacri, che rappresentavano la tradizione e la identità culturale delle colonie Albanesi presenti in Sicilia. Il suo lavoro fu immediatamente apprezzato dalla comunitò scientifica e dalle locali istutuzioni religiose.

Raccogliere in un volume la tradizione orale di questi canti sacri, che si tramandava per alcuni fin dalla fondazione delle colonie albanesi, significava scongiurarne la temuta perdita della identità culturale delle colonie albanesi di Sicilia e permettere che questa tradizione potesse resistere nel futuro.

Grazie a questa semplice ma fondamentale intuizione questo volume è ancora oggi uno strumento fondamentale per la conservazione e la divulgazione della lingua Albanese e soprattutto per mantenere viva la memoria dei Canti Sacri delle colonie Albanesi di Sicilia, che per generazioni i fedeli hanno cantato per celebrare la fede e magnificare la Madonna Odigitria.

Questo volume fu oggetto di grande interesse da parte del Comitato Organizzatore per il 250° di Fondazione del Collegio di Maria di Piana degli Albanesi che venne celebrato nel 1991.

Il Collegio di Maria, istituito tra il 1731 ed il 1733, nonostante la sua fondazione fosse stata già decisa nel 1718, è stato insieme all'Oratorio per i sacerdoti celibi di rito greco di Piana degli Albanesi (1716) e al Seminario Greco-Albanese di Palermo (1734), l'Istituto che ha svolto un grande e significativo ruolo nella difficile e ardua lotta intrapresa dall'Apostolo degli Albanesi di Sicilia, il P. Giorgio Guzzetta, e da P. Antonino Brancato per la salvaguardia e la promozione delle tradizioni, del rito, della lingua e della cultura degli Albanesi di Sicilia.

Per celebrare questa importante istituzione locale Il Comitato, su proposta del professore Antonino Guzzetta e di un giovanissimo Matteo Mandalà, decise di fare realizzare una ristampa anastatica, oggi rarissima, del volume Canti Sacri delle colonie Albanesi di Sicilia pubblicato nel 1907.

A questo proposito è doveroso riportare lo scritto della pagina che Giuseppe Schirò dedicò ad illustri personaggi che difesero l'identità culturale delle colonie Albanesi di Sicilia:


"Alla venerata memoria

dei miei illustri concittadini

P. GIORGIO GUZZETTA

fondatore del seminario albanese

in Palermo

e di altre pie opere in Piana

P. ANTONINO BRANCATO

fondatore del Collegio di Maria in Piana

per l'educazione delle donzelle albanesi

P. DEMETRIO CAMARDA

autore del saggio di grammatologia comparata

sulla lingua albanese

e di altri pregevoli scritti

tendenti tutti ad illustrare

il patrio idioma

che costituisce una delle più solide basi

del diritto di nazionalità

d.e c."


Il volume Canti Sacri delle colonie Albanesi di Sicilia di Giuseppe Schirò, costituisce dunque un patrimonio fondamentale, che ognuno di noi dovrebbe avere e conservare gelosamente poichè rappresenta uno dei segni tangibili della identità Arbëreshe.


Salvatore Vasotti

© visitpiana.com



La ristampa anastatica di questo volume fu fortemente voluta dal Comitato Organizzatore per il 250° di Fondazione del Collegio di Maria di Piana degli Albanesi:

Presidente Papas Sotir FERRARA

Segretario Diacono Giovanni STASSI

Papas Gjergji GUZZETTA

Papas Elefterio SCHIADA'

Suor Margherita CARLINO Superiora Collegio di Maria

Prof. Antonino GUZZETTA

Prof.ssa Pina ORTAGGIO

Prof.ssa Maria Teresa DI FIORE

Prof.ssa Rosaria MANDALA'

Prof.ssa Vitalina FILPI

Avv. Vito LO VERDE

Sig. Francesco ARDIZZONE


Acquistando questo volume potrete sostenere in modo concreto la tutela del patrimonio culturale di Piana degli Albanesi.


Utilizzate il codice VISITPIANA10 per ottenere immediatamente uno sconto pari al 10%




Comments


NOTE LEGALI

Questo sito ed il relativo blog non rappresentano una testata giornalistica in quanto vengono aggiornati senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Il sito visitpiana.com ha lo scopo di promuovere il patrimonio culturale e territoriale di Piana degli Albanesi. Molte immagini pubblicate, che non rientrano tra quelle di nostra proprietà provengono dal patrimonio condiviso in rete degli appassionati della Sicilia. Questo sito web non ha alcun fine di lucro, chi ravvisasse una possibile violazione di diritti d'autore può segnalarlo qui e provvederemo alla tempestiva rimozione del contenuto specifico.

bottom of page